Procida Capitale della Cultura

Procida la Capitale Italiana della Cultura 2022

La capitale italiana della cultura è una città designata ogni anno dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e scelta da una commissione di sette esperti nominata dallo stesso ministero che, per il periodo di un anno, ha la possibilità di mettere in mostra la sua vita e il suo sviluppo culturale. L’idea nasce nel 2014 ed è di Dario Franceschini, ministro dei Beni culturali e del turismo: l’obiettivo è «valorizzare i beni culturali e paesaggistici» e «migliorare i servizi rivolti ai turisti».

“Il percorso di Procida Capitale Italiana della Cultura – spiega il direttore della candidatura, Agostino Riitano – è iniziato un anno fa e da allora è cresciuta giorno dopo giorno la partecipazione dei cittadini, delle istituzioni culturali, degli enti di ricerca, delle istituzioni pubbliche, delle imprese e soprattutto degli artisti. In totale sono circa 300 gli artisti coinvolti, italiani e stranieri, e siamo particolarmente onorati che tanti di questi abbiamo deciso di dichiarare la loro adesione completa al nostro progetto culturale, convinti che oggi più che mai la cultura deve essere centrale nello sviluppo delle nostre comunità”.

“Siamo orgogliosi di ricevere il sostegno e l’apprezzamento di così tanti procidani d’adozione, uno spaccato di eccellenze del mondo della cultura e dello spettacolo, da sempre particolarmente vicini a Procida. – sottolinea il sindaco Dino Ambrosino – Un motivo in più per essere orgogliosi di concorrere, rappresentando le piccole isole e l’intera area flegrea, esaltando il nostro straordinario bagaglio di esperienze, riti, tradizioni e bellezze, ma soprattutto con un programma articolato, messo a punto con il contributo di tutti in una straordinaria esperienza di progettazione partecipata”.

Il tema ‘La cultura non isola’ è il filo conduttore di un programma nato da una serie di sessioni che hanno visto il coinvolgimento attivo della popolazione e che abbraccia, tra l’altro, 44 progetti culturali, 330 giorni di programmazione, 240 artisti, 40 opere originali e 8 spazi culturali rigenerati.