sala convegni

Progettare una sala multimediale

Sono consigliate pareti di vetro luminose e che danno aria allo spazio, poiché la sala multimediale è studiata soprattutto per accogliere persone in gruppo una buona idea può essere una tavola rotonda. Un ambiente creativo favorisce la concentrazione, anche un dispositivo come un televisore od un proiettore per le conferenze è fortemente consigliato per rendere l’ambiente adatto a meeting lavorativi.

Ecco cosa rende perfetta una sala multimediale.

Una media room è la soluzione all’avanguardia per tutti gli appassionati di cinema. Utilizzare apparecchiature audio e video per produrre un effetto di suono e immagine ottimale nella vostra sala, degno di una sala cinematografica, significa creare la perfetta media room; il comfort di attrezzature, mobili, arredo e la stanza nel suo complesso ne fanno poi un’esperienza ancor più piacevole.

Come realizzare una perfetta media room dipende dal look che desiderate ricreare intorno a voi mentre guardate i vostri film preferiti con la famiglia e gli amici. Vedere un film a bordo piscina è una soluzione fantastica per una festa in piscina o per una semplice serata a base di cinema e pop corn. Anche realizzare una media room in una sala dedicata è una scelta molto innovativa. Un altro fattore importante che rende perfetta la vostra media room è il comfort.

Sistema di amplificazione

L’obiettivo di un sistema Audio Professionale è quello di garantire una riproduzione musicale di qualità, anche ad elevati livelli di pressione sonora ed in situazioni acusticamente difficili. Per questo sono indispensabili un’ottima fedeltà timbrica e la corretta restituzione dinamica del segnale.
I sistemi professionali trovano applicazione sia in strutture chiuse che all’aperto, per la sonorizzazione di manifestazioni Per coprire uniformemente con le minori variazioni di timbrica e livello la più vasta area, quindi il maggior numero di spettatori, si utilizzano diffusori a direttività controllata. La scelta di diffusori ad elevata efficienza consente un risparmio effettivo sul numero delle casse acustiche e dei finali di potenza da impiegare.

La scelta dei diffusori

È consigliabile iniziare lo studio di un sistema acustico dai diffusori sonori, per poi passare a definire la potenza ed il modello dell’amplificatore, e scegliere infine le sorgenti sonore e il sistema di collegamento più adatto per gli altoparlanti.
Più dettagliatamente bisogna:
1) Stabilire le funzioni richieste all’impianto partendo dalle esigenze dell’utilizzatore.
2) Analizzare le caratteristiche ambientali degli spazi da sonorizzare.
3) Scegliere i diffusori in funzione della natura e delle dimensioni dell’ambiente da sonorizzare, del tipo di messaggio da trasmettere (parola/musica) e del livello di rumore ambiente.
4) Optare per un amplificatore idoneo a servire il complesso dei diffusori e con un numero di ingressi sufficienti ad ospitare tutte le sorgenti sonore di cui al punto
5) Definire le sorgenti sonore (microfoni, sintonizzatori radio, lettori di cassette ecc.).
6) Valutare il sistema di collegamento per i diffusori e determinare la sezione dei cavi

Impianto di videoproiezione

Come utilizzare il videoproiettore

Utilizzare un proiettore non è una operazione complicata. L’unica cosa da tenere bene a mente è che sono dispositivi molto delicati, specie nella loro parte frontale dove risiede la lampada, vero cuore pulsante del proiettore, quindi bisogna maneggiarli con molta cura e attenzione, specie se si cambia spesso la sua posizione. In effetti la cosa ideale quando acquisti un proiettore video sarebbe quella di agganciarlo a muro e non toccarlo più. Come detto i modelli in vendita sono moltissimi, quindi non tutte le precauzioni sono adattabili a tutti i modelli presenti in commercio.

Tarare il videoproiettore

La taratura dell’immagine va fatta ogni volta che si sposta un videoproiettore video da un ambiente all’altro. Potrebbe capitarti infatti che per esigenze di spazio tu debba spostare il proiettore in una stanza più grande o viceversa. Avendo quindi a che fare con una parete diversa, sia in dimensioni che in caratteristiche, dovrai completare nuovamente la taratura dell’immagine per adattarla alla nuova parete.

Per quanto riguarda la distanza a cui posizionare il proiettore dalla parete è bene fare riferimento alle istruzioni del proprio proiettore, in quanto esse possono differire da apparecchio ad apparecchio, in base alla risoluzione a cui si intende proiettare e in base alle dimensioni della parete di proiezione. In tal senso ci vengono incontro i modelli LCD che sono molto più semplici da utilizzare.

La taratura del proiettore è tanto importante quanto tutta la fase di installazione. Una cosa che non va lasciata al caso se vuoi ottenere il massimo dal tuo videoproiettore senza dover rinunciare alla qualità. E’ un’operazione che va fatta seguendo con attenzione anche le istruzioni fornite dal produttore, oppure potresti farti aiutare da qualche ersona che ha già eseguito queste operazioni.

Concludendo

l mercato odierno offre una varietà di proiettori enorme, tra modelli portatili, wireless e 3D la gamma tra cui scegliere è enorme. Anche il prezzo in alcuni casi raggiunge cifre enormi, con le quali addirittura si potrebbe acquistare un auto in alcuni casi! Tutto sta nello scegliere il modello più adatto alle tue esigenze e gusti personali.

Anche l’ambiente in cui verrà installato il proiettore influenza l’acquisto. Tanti fattori da considerare per una spesa da prendere in seria considerazione se gustarti i tuoi film preferiti nel 50” di casa non ti basta più.

 

Contattaci per avere un parere tecnico